18-26 giugno 2011 presso il Comune di Forlimpopoli 15ª edizione della Festa Artusiana con concorso nazionale per cuochi dilettanti in onore della fedele governante di Pellegrino Artusi: Marietta Sabatini

Chi è Pellegrino Artusi?

Pellegrino Artusi nacque a Forlimpopoli nel 1820.
Fu uno scrittore ed uno dei gastronomi più importanti d’Italia.
Visse nella sua città natale occupandosi dell’attività di famiglia fino al 1851, quando lui ed i suoi cari furono vittima delle violenze di un brigante, detto il Passatore, che li umiliò e li derubò.
Si trasferirono allora a Firenze, dove ripresero la loro attività commerciale.
Nel 1865 Pellegrino Artusi lasciò il commercio per dedicarsi alla letteratura ed alla cucina.
Nel 1891 pubblicò “La scienza della cucina e l’arte del mangiar bene” un manuale di cucina ricco di ricette della nostra tradizione culinaria che ebbe molto successo, al punto che in circa 20 anni se ne fecero 14 ristampe.
Il noto gastronomo morì nel 1911 a Firenze, lasciandoci in eredità le sue delizie culinarie.

Nell’ambito della festa a lui dedicata si svolgerà il concorso nazionale per cuochi dilettanti in onore della fedele governante di Pellegrino Artusi: Marietta Sabatini

Il concorso si rivolge a chiunque ami creare del buon cibo secondo le regole della genuina cucina domestica, ispirata alla cultura  regionale cara ad Artusi.
Se vi trovate a vostro agio tra i fornelli, amate i sapori semplici e buoni delle preparazioni casalinghe e siete capaci di sfruttare con originalità il sapere culinario, partecipate alla nuova edizione del Premio Marietta

Come fare:

  • Inviate le vostre ricetta al Comune di Forlimpopoli (P.zza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli) indicando “Premio Marietta”, le ricette non dovranno arrivare oltre  le ore 13:00 del 6 giugno 2011.

Per partecipare dovete:
inviare una massimo due ricette originali di un primo piatto a base di pasta, secca o fresca, o riso. Attenzione la preparazione completa del piatto non deve superare il tempo massimo di due ore.
– la ricetta deve ispirarsi al lavoro del maestro Artusi. Dovete rispettare, per questo, dei criteri:

Stagionalità delle materie prime,
Legame con la storia e la tipicità territoriale,
Ingredienti e tecniche di preparazione e presentazione devono essere caratteristiche, devono richiamare le tipicità dei vostri luoghi.

    – indicate le vostre generalità (nome cognome), segnate indirizzo e numero di telefono, un indirizzo di posta elettronica, e l’attività lavorativa che dimostri che siete degli amatori, dilettanti di eno-gastronomia.

    5 saranno le ricette finaliste, i loro autori saranno invitati a cucinare le pietanze durante la 15ª edizione della Festa Artusiana, nell’ambito della quale saranno anche premiati i vincitori.
    Il primo premio è di 1.000 euro, tutti i finalisti riceveranno 5 Kg di pasta.

    Non esiste modo migliore di ricordare un Maestro che offrire la sua arte, perciò vi proponiamo una ricetta è tratta dal libro di Pellegrino Artusi:

    Spaghetti da quaresima
    “Molti leggendo questa ricetta esclameranno: “Oh che minestra ridicola!” Eppure è ottima, si usa in Romagna, e, se la servirete a dei giovanetti, sarete quasi certi del loro aggradimento.

    Preparazione: Pestate delle noci framezzo a pangrattato, uniteci dello zucchero a velo, e l’odore delle spezie e, levati asciutti gli spaghetti dall’acqua, conditeli prima con olio e pepe. Poi con questo pesto a buona misura. Per 400 gr di spaghetti, che possono bastare per 5 persone: noci sgusciate, 60 gr; pangrattato, 60 gr; zucchero bianco a velo, 30 gr; spezie fini,un cucchiaino colmo