L’aceto è un condimento liquido dal sapore aspro che si ottiene grazie alla fermentazione acetica dei batteri del genere acetobacter.
Questi batteri, grazie all’ ossigeno, trasformano l’ etanolo contenuto nel vino,nel sidro,nell’acquavite o nella birra in acido acetico, dandoci così un condimento indispensabile per la preparazione di tante ricette gustose.

La nostra legislazione divide l’aceto in:
Comune: si ottiene utilizzando vini non pregiati, viene fatto fermentare rapidamente e poi filtrato e chiarificato.
Di qualità: si ottiene utilizzando vini pregiati, viene fatto fermentare lentamente e invecchiato in botti di legno.
Aromatizzato: si ottiene aggiungendo delle spezie all’aceto di qualità.
Decolorato: si ottiene decolorando l’aceto comune.
Speciale: a questo gruppo appartengono diversi tipi di aceto dal sapore particolare,fra cui l’aceto balsamico di Modena.

In cucina l’aceto viene usato per condire verdure, carne o pesce, per realizzare salse, come ad esempio la maionese o la vinagrette, per marinare la carne o il pesce, per  conservare alcuni tipi di verdure.

Per approfondire la conoscenza dell’Aceto in Libreria trovate le seguenti recenti pubblicazioni:

Il libro dell’aceto ( Istituto Geografico De Agostini)


L’aceto Balsamico in Cucina (Aliberti food)

Aceto un rimedio divino (FAG)