Passati cenone della Vigilia e pranzo di Natale, dopo aver pensato al menù di Capodanno e a quello della Befana … restano i prodotti avanzati, comprati in quantità superiori alle necessità effettive o trovati nei cesti. E tra questi di certo non possono mancare le lenticchie.
Secondo la tradizione, infatti, questo legume va mangiato a capodanno, in quanto portatore di fortuna e prosperità per il nuovo anno, va, inoltre, messo nei cesti come buon augurio e accompagna molti regali alimentari essendo considerato, appunto, una strenna fortunata.

Per consumare le lenticchie che avete acquistato o ricevuto in dono ecco qui 5 ricette per portare in tavola le lenticchie.

La ricetta classica: le lenticchie in umido

Ingredienti:
–    250 gr di lenticchie
–    500 gr di passata di pomodoro
–    3 foglie di alloro
–    brodo vegetale q.b. (in alternativa, brodo di carne o pollo, per ottenere un piatto ancor più saporito)
–    1 cipolla
–    olio e.v.o. q.b.
–    Sale e pepe
–    125 gr di pancetta affumicata in dadini

 

Procedimento:
Mettere a bagno le lenticchie in acqua fredda per 8-12 ore.
Trascorso questo tempo, sciacquarle e scolarle.
Far soffriggere la cipolla, tagliata sottilmente, e la pancetta con due cucchiai di olio, fino a doratura.
Aggiungere le lenticchie, la passata di pomodoro, un paio di mestoli di brodo e le foglie di alloro.
Salare, pepare e coprire.
Cuocere a fuoco lento per 45 minuti circa, girando spesso e aggiungendo brodo all’occorrenza.
A fine cottura, eliminare l’alloro e aggiungere un filo di olio e.v.o. a crudo.
Servire molto caldo.

La ricetta per l’antipasto: lenticchie con capesante

Ingredienti:
–    8 capesante
–    100 gr di lenticchie
–    1 pomodoro
–    1 cucchiaino di aceto balsamico
–    1 cucchiaio di olio e.v.o.
–    sale q.b.
–    prezzemolo q.b.
–    1 spicchio di aglio
–    1 noce di burro

Procedimento:
Mettere a bagno le lenticchie in acqua fredda per 8-12 ore.
Lessarle per circa 30 minuti in 300-400 ml di acqua bollente salata.
Una volta tenere, scolarle e versarle in una insalatiera.
Lavare e sbollentare, per qualche minuto, il pomodoro.
Eliminare la pelle e i semi. Tagliarlo a dadini e aggiungerlo alle lenticchie.
Condire con l’aceto balsamico e l’olio.
Aprire le capesante, tenere da parte metà dei gusci (per servire l’antipasto) e dividere i coralli dalle noci.
In una padella antiaderente, mettere il burro e lo spicchio di aglio tritato finemente.
Adagiarvi sopra le noci delle capesante e cuocerle, pochi minuti per lato, finché risulteranno ben dorate.
In ogni guscio, mettere un cucchiaio di insalata di lenticchie e adagiarvi sopra le capesante. Cospargere con del prezzemolo tritato e servire subito.

La ricetta “finger-food”: polpettine di lenticchie


Ingredienti
:
–    250 gr di lenticchie
–    1 cipolla
–    2 spicchi d’aglio
–    1 zucchina grattugiata
–    160 gr di pecorino
–    80 gr di pane secco
–    150 gr di semola di mais
–    sale e pepe q.b.
–    olio per friggere q.b.

 

Procedimento:
Mettere a bagno le lenticchie per alcune ore.
Lessarle in abbondante acqua bollente salata, finché risulteranno morbide.
Scolarle accuratamente.
Mixare le lenticchie con la cipolla, l’aglio, il pecorino, il pane, qualche pizzico di sale e poco pepe.
Versare il composto in un recipiente, aggiungere la zucchina grattugiata e mescolare con una spatola morbida.
Formare, con l’aiuto di un cucchiaio, delle piccole palline e friggerle, in abbondante olio bollente, per qualche minuto.
Quando risulteranno ben dorate, scolarle e servirle ben calde.

La ricetta leggera: zuppa di lenticchie con patate e pomodori

Ingredienti:
–    250 gr di lenticchie
–    200 gr di patate
–    1 litro di brodo (vegetale o di carne)
–    5 pomodori
–    1 cipolla
–    1 spicchio d’aglio
–    olio q.b.
–    sale e pepe q.b.
–    3 foglie di alloro
–    1 cucchiaino di prezzemolo tritato (fresco)

 

Procedimento:
Come di consueto, lasciare le lenticchie in ammollo, per alcune ore, in abbondante acqua fredda.
Tritare finemente la cipolla e l’aglio, e farli soffriggere in poco olio.
Aggiungere le lenticchie scolate e sciacquate, l’alloro, il pepe, metà brodo e coprire. Cuocere a fuoco lento.
Sbucciare e tagliare a dadini le patate.
Aggiungerle alle lenticchie, insieme al resto del brodo e proseguire con la cottura delle lenticchie (in tutto ci vorranno circa 40 minuti).
Lavare e sbollentare i pomodori in abbondante acqua bollente.
Privarli della pelle, dei semi e tagliarli a dadini.
Una volta ammorbidite le lenticchie, spegnere il fuoco, aggiungere il pomodoro, il prezzemolo e servire caldo.

La ricetta per il contorno: insalata di lenticchie, rucola e pecorino

Ingredienti:
–    200 gr di lenticchie
–    200 gr di rucola
–    120 gr di pecorino in scaglie
–    sale q.b.
–    olio q.b.

 

Procedimento:
Lasciare in ammollo, per 8-12 ore, in acqua fredda, le lenticchie.
Sciacquarle sotto acqua corrente e sbollentarle in abbondante acqua salata, finché risulteranno morbide.
Scolarle e lasciarle raffreddare.
In un ampia insalatiera, mettere la rucola, precedentemente lavata e asciugata, il pecorino in scaglie e le lenticchie.
Condire con poco olio e sale.
Mescolare bene e servire.