Ci sono dei dolci che oltre a fare parte della nostra tradizione, sono il simbolo indiscusso di certe festività.

Uno di questi è il carbone dolce della befana.

Secondo la tradizione infatti, la simpatica vecchietta puniva i bambini che si erano comportati male portando loro del carbone al posto di dolci e regali.

Avete mai pensato di farlo in casa?

La sua realizzazione non è difficile,  avrete solo bisogno di un valido alleato: un termometro alimentare per monitorare la temperatura dello zucchero.

 

Ingredienti:

300 gr di zucchero

200 gr di acqua

100 gr di zucchero a velo

Un cucchiaino di carbone vegetale in polvere o coloranti alimentari

5 gocce di succo di limone

1 albume

 

Procedimento:

Mettete in una pentola (meglio se di acciaio) l’acqua, lo zucchero e mezzo cucchiaino di carbone vegetale e mescolate per far sciogliere lo zucchero.

Accendete il fuoco, portate il composto ad ebollizione e inserite il termometro alimentare per controllare la temperatura. Se ne avete uno digitale non lasciatelo nella pentola, potreste rovinarlo.

Mentre lo zucchero bolle preparate la glassa reale: montate a neve l’albume, unite lo zucchero a velo e il succo di limone e mischiate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Unite il resto del carbone vegetale e mescolate bene.

Prendete uno stampo da plumcake e rivestitelo con la carta da forno.

Quando lo zucchero avrà raggiunto la temperatura di 141° unite la glassa reale in un colpo solo.

Mescolate energicamente, rimettete sul fuoco qualche secondo in modo da far gonfiare il composto.

Spegnete il fuoco e mettete il composto nello stampo.

Fate freddare il carbone per qualche minuto, toglietelo dallo stampo e tagliatelo a pezzi.

ricetta del carbone befana