cavolfiore fritto ricette nataleIl cavolfiore è un ortaggio molto diffuso in Italia, sebbene sia possibile trovarlo tutto l’anno il momento migliore per gustarlo è l’inverno, periodo in cui avviene la raccolta di stagione.

Questo ortaggio si presta alla realizzazione di molte pietanze, può essere servito lesso, condito con olio sale ed aceto, stufato, fritto, o usato per condire la pasta o arricchire il minestrone.

 

 

Consiglio pratico per la cottura:

Durante la cottura il cavolfiore emana un odore molto forte, che per qualcuno può risultare sgradevole, se volete evitare questo inconveniente vi basterà mettere dentro la pentola una fetta di pane imbevuta di succo di limone.

ricette di Natale Vi proponiamo di seguito la ricetta del cavolfiore fritto in pastella, una ricetta natalizia tipica del Lazio dove c’è la consuetudine di servire delle verdure fritte in pastella, fra cui i cavolfiori, i carciofi, i funghi, i cardi le melanzane e le zucchine.

Ingredienti

Un cavolfiore

300 ml di acqua

Lievito di birra

Farina q.b.

Sale

Olio di semi

Procedimento

Pulite il cavolfiore, tagliate le cime e lavatelo.

Portate ad ebollizione una pentola d’acqua salata, tuffatevi dentro le cime di cavolfiore e fate cuocere per 15-20 minuti.

Nel frattempo preparate la pastella:

Sciogliete il lievito di birra nell’acqua, unite abbastanza farina in modo da ottenere una pastella consistente, aggiustate di sale e lasciate riposare per 30 minuti.

Scolate i cavolfiori, lasciateli freddare e passateli, pochi per volta, nella pastella.

In una padella scaldate abbondante olio di semi e tuffatevi dentro i cavolfiori.

Friggete finché saranno dorati e scolateli su un vassoio coperto di carta assorbente.

Servite i cavolfiori caldi.