ricetta pesto

Il basilico è un erba profumata, capace di aromatizzare ed impreziosire molte pietanze, ma può trasformarsi anche in un noto condimento per pasta: il pesto.

Personalmente non amo il pesto industriale … a me piace l’odore del basilico, la carezza delle dita sul liscio delle foglie mentre levo il terriccio passandole sotto un filino d’acqua gentile. Mi piace mescolare gli ingredienti e sentire il retrogusto dei pinoli. Insomma io adoro fare il pesto.

Come si fa? Intanto è facilissimo ed è affascinante perché è una ricetta dai molti profumi!

Ingredienti:
Basilico
Panna da cucina
Aglio
Sale
Pinoli
Parmigiano Reggiano

Il basilico si vende in fascetti 4 fascetti bastano per ottenere una salsa per 6persone (si aggirano complessivamente intorno ai 300gr circa)

Procedimento:
Il pesto DOC pretenderebbe il mortaio, io uso un più comune frullatore, chiaramente le mie pratiche ragioni di tempo non vanno a vantaggio del gusto, ma l‘uso dell‘elettrodomestico mi aiuta a preparare questa pietanza velocemente.

Il segreto di un ottimo pesto sta nella preparazione del basilico. Le foglioline vanno pulite dal gambo e da ogni filamento doppio e duro. Sciacquate sotto un leggero filino d’acqua ed adagiate su un canovaccio.

Ho imparato che dare un bollo al basilico è un trucchetto irrinunciabile se si vuole realizzare un pesto leggero e digeribile. Perciò mettete una pentola capiente sul fuoco senza salare l’acqua, portatela ad ebollizione e calatevi il basilico. Sollevate le foglioline dopo pochi secondi.

Se non volete che il sapore dell’aglio sia intenso – come naturalmente esso è – scamiciatelo, ovvero togliete la pellicina, apritelo e estraete l’anima. Dopo avere trattato l’aglio nel modo appena descritto, potrete immergerlo nell’acqua bollente – ma a fuoco spento – ove avete scottato il basilico. Calandolo solo per pochi secondi l’aglio ammorbidirà il suo sapore.

Frullate il tutto basilico aglio e pinoli (i pinoli è preferibile macinarli a parte e poi aggiungerli), insaporite con il sale ed aggiungete 1 cucchiaio di panna per ogni fascio di basilico adoperato.

Alcuni aggiungono il parmigiano reggiano – precedentemente frullato – al restante condimento e mescolano insieme. Io lo faccio solo quando sono certa che questo formaggio piaccia a tutti i commensali, altrimenti lo porto in tavola separatamente.