Sono le 17.00! In Inghilterra è l’ora del tè, “un’istituzione” per il paese anglosassone, così come lo è il caffè per l’ Italia. Sicuramente è un rituale legato ad una certa fascia di età che è fortemente ancorata alle tradizioni.

Probabilmente anche il più antico dei produttori britannici di tè ha intuito che la “tradizione del tè delle 17:00” va “svecchiata” ed ha provato a “stravolgere” la sua miscela tradizionale, che regge la concorrenza sul mercato dal ben 180 anni, cercando in questo modo di far apprezzare  la sua bevanda anche ai più giovani.

Quali variazioni avrà apportato la Earl Grey Twinings al suo ultracentenario tè?

Un po’ di cedro ed un pizzico di limone in più sono gli ingredienti che l’ antico produttore ha aggiunto alla sua ricetta tradizionale.

Ma a quanto pare, contrariamente alle aspettative, la novità non è stata proprio graditissima. Tante le mail di clienti abituali pervenute alla Twinings che insoddisfatti del nuovo prodotto, lo defiscono peggiore del precedente e con un sapore che ricorda il detersivo al limone. Sicuramente non erano questa le aspettative della Twinings che continua a sostenere “la novità”, confidando nei gusti ” dei giovani. Ha pensato bene di attuare la formula “soddisfatti o rimborsati”, dieci giorni e dieci sterline (10 STERLINE è IL COSTO DELLA FORNITURA DI 10 GIORNI – LA TWINING restituisce il danaro A CHI PROVA IL PRODOTTO senza soddisfazione ) affinché il cliente si abitui al nuovo sapore, e se sarà ugualmente insoddisfatto, gli verrà recapitata una fornitura annuale del vecchio tè.