DietaDiciamoci la verità, non a tutti piace l’esercizio fisico e in molti rinuncerebbero volentieri allo sport pur sapendo che, se abbinato ad una sana alimentazione, consentirebbe loro di riacquistare una perfetta forma fisica.

Ebbene, una recente scoperta scientifica, pubblicata sulla rivista “Nature Medicine” e resa nota sul web attraverso l’edizione di ieri del “New York Times”, sembrerebbe accontentare i più recidivi sedentari.

Dieta Si prospetta infatti la possibilità che possa essere creata una pillola capace di sostituire lo sport procurando al nostro organismo gli stessi benefici degli esercizi fisici.

Al momento la ricerca ha dato esiti positivi solo su cave da laboratorio, i ricercatori del Scripps Research Institute di Jupiter, in Florida, infatti sono riusciti a creare in laboratorio un composto in grado di attivare una determinata proteina, la Rev-erb-alpha, capace, come si legge sul succitato portale, “di controllare parzialmente i ritmi circadiani animali e i ritmi biologici interni”.

Dieta I topi ai quali è stata somministrata tale proteina hanno avuto una rilevante perdita di peso, nonostante la loro alimentazione fosse ricca di grassi, presentavano un miglioramento nei livelli di colesterolo ed un aumento del metabolismo.

Insomma, le cavie erano riuscite a dimagrire, ricavando gli stessi benefici di chi normalmente pratica attività fisica, senza modificare la loro alimentazione, composta da cibi grassi, e il loro stile di vita, assolutamente sedentario.

“La proteina rev-erb-alpha – si legge sul documento di ricerca – potrebbe essere un target di farmaci per migliorare le funzioni muscolari ossidative, controllare il numero e la funzione dei mitocondri”.

Dieta Stimolare insomma gli organismi che vengono definiti “anti-atleti” in quanto presentano una scarsa funzionalità e/o quantità di mitocondri e della proteina Rev-erb-alpha.

Thomas Burris, co-autore della ricerca attualmente presidente del dipartimento di scienze farmacologiche e fisiologiche alla St. Louis University School of Medicine ha così dichiarato:

“La sostanza sembra mimare gli identici effetti dell’esercizio fisico ed è plausibile pensare che, in futuro, si potrà mettere a punto un farmaco che consentirà alle persone, in particolare ai disabili e a chi non può fare movimento, di migliorare la salute senza sforzi”.

Che dire, sedentari di tutto il mondo non perdete le speranze e attendete…