cipollaLa cipolla è un prodotto dell’orto conosciuto e coltivato da più di 5.000 anni, molto utile in cucina e ricco di proprietà terapeutiche.

Si narra addirittura che Alessandro il Grande facesse consumare della cipolla ai suoi soldati, credendo che servisse a renderli più combattivi. Presso i Romani, invece, era amata soprattutto perché faceva apprezzare il buon vino.

In realtà quest’ortaggio, appartenente alla famiglia delle Liliacee, come l’aglio, lo scalogno, il porro e l’asparago, viene coltivato in ogni parte del mondo, rappresentando uno degli aromi più utilizzati in cucina.

ricette con cipollaInfatti la cipolla con solo 26 calorie per 100g, può essere consumata fresca nelle insalate, cotta per zuppe e minestroni, oppure può servire come base per sughi, salse e frittate.

Per quel che riguarda i soffritti è consigliabile una temperatura bassa che eviti di deteriorarne le proprietà nutritive e di renderla indigesta. È l’ideale per accompagnare degli ottimi arrosti di carne insieme a del buon vino rosso.

La cipolla ha un notevole valore nutrizionale, grazie alla presenza di sali minerali e vitamine, quali la vitamina A, B, C ed E. Contiene inoltre calcio, ferro e fosforo di grande aiuto contro la stanchezza fisica e mentale, e l’astenia. Mentre zinco, sodio e potassio contribuiscono a mantenere i tessuti elastici ed un colorito sano.

Le sostanze solforate presenti nella cipolla hanno la capacità di ridurre i trigliceridi e il colesterolo e di combattere l’aggregazione piastrinica rendendo il sangue più fluido e prevenendo cosi malattie cardiovascolari quali trombi o coaguli. 

ricette con cipollaConsumare cipolle è consigliato anche per i  diabetici, perchè contiene la glucochinina, un ormone vegetale dall’azione ipoglicemizzante.

La cipolla è un potente antibatterico naturale in grado di proteggerci e di stimolare le difese immunitarie. A confermarlo anche uno studio condotto di recente nei Paese Bassi, che ha dimostrato come la  forte azione antiossidante  di questo ortaggio, dovuto alla presenza di flavonoidi in particolare di quercitina, possa  aumentare la prevenzione nei confronti del cancro.

Infatti il suo consumo frequente risulta essere ottimale per ridurre drasticamente  il rischio di contrarre un tumore all’intestino.

Grazie alla sua funzione regolatrice nei confronti della flora batterica intestinale, rallenta i processi di putrefazione che liberano sostanze tossiche irritanti legate alla formazione del cancro al colon e al retto.

ricette con cipollaSe consumata cruda, in quantità non eccessiva, stimola, la secrezione dei succhi gastrici e quindi migliora la digestione oltre ad essere d’aiuto per chi soffre di malattie epatiche.

Al contrario, è invece, sconsigliata per chi soffre di ulcera e iperacidità, cosi come è controindicata nelle donne in gravidanza e allattamento in quanto altererebbe il sapore del latte.

Il suo utilizzo però non si limita solo all’ambito alimentare, infatti il suo succo applicato su punture d’insetto o bruciature allevia prurito e bruciore.

In fine come riconoscere la bontà di una cipolla e capire se è davvero fresca?

È importante sicuramente osservarne la forma che dovrà essere compatta, soda e senza macchie che possano far sospettare a delle muffe. Inoltre se si vuole consumarla fresca, il periodo migliore per la raccolta è la primavera, se invece si vuole conservarla per l’utilizzo di olii e sottaceti, il periodo migliore è la fine dell’estate.

Vi riportiamo qui di seguito alcune ricette da poter realizzare con questo versatile ingrediente: