carrubeIl carrubo è un albero maestoso, importato in Sicilia dai Fenici, i cui frutti venivano impiegati nelle attività commerciali dell’antichità: i semini delle carrube infatti erano usati per pesare l’oro, e chiamati carati, dall’arabo quirat.

Oltre a questo uso improprio del frutto, le carrube sono da sempre usate per le molteplici proprietà nutritive e salutari, spesso a nostra insaputa.

carrubeLa farina di carrubo, che si trova in farmacia o in erboristeria, è un sostituto della farina, ideale per i celiaci, ma conosciuto ed usato anche da chi vuole far addensare torte e dolci con un ingrediente naturale, dal sapore che ricorda vagamente quello del cioccolato.

Inoltre dalla distillazione della polpa si può ricavare alcool, mentre con i frutti si preparano mangimi per gli animali, e ancora dalla scorza e dalle foglie si possono estrarre tannini (polifenoli naturali delle piante).

La Carruba è sicuramente un alimento nutraceutico perché racchiude in se importanti proprietà nutrizionali e salutistiche. Inoltre essa non richiede né concimi, né pesticidi perché oltre ad essere resistente, ha pochissimi nemici naturali, possiamo dire che la natura gli ha fatto dono di essere una pianta che cresce naturalmente in modo “biologico” cioè senza bisogno di trattamenti di alcun genere.

carrubeSelezionate le carrube più mature e sane, dopo l’essiccazione, vengono denocciolate e frantumate sino ad ottenere delle farine che si conservano bene a lungo senza aggiungere alcun conservante.

Idonea per l’alimentazione dei diabetici e celiaci, per la presenza di zuccheri riduttori che non alterano il tasso glicemico e per la scarsissima presenza di glutine. 100g di carrube apportano circa 200 calorie, di cui 50 g di carboidrati, 3.3 g di proteine e 23.1 g di fibre.

Indicata per l’obesità, in quanto l’alta presenza di fibre (4 %) contribuisce al miglioramento della peristalsi intestinale e alla inibizione dell’assorbimento di grassi.

carrube

Antidiarroico, astringente, regolatore della funzione intestinale in quanto ricca di fibre.

Inibitrice dell’acidità e dei gonfiori di stomaco, anti-gastritica.

Previene e cura l’aumento di colesterolo.

Riequilibra la flora batterica intestinale risolvendo problemi di gonfiori di pancia, non solo assorbe, ma elimina per mezzo dei tannini i germi putrefattivi che sono la vera causa della produzione di gas intestinale.

Noi di Ricetteok vi proponiamo una ricetta per realizzare dei biscotti con la farina di carrube: http://www.ricetteok.it/13736/ricetta-biscotti-di-carrube.html