I carciofi sono una vera prelibatezza, riescono ad essere buoni persino scaldati con olio e sale. Ma per chi come noi non è proprio un tradizionalista il carciofo assume rappresentazioni culinarie diverse e si combina con altri ingredienti in ricette più ricche sebbene semplici da realizzare e belle da offrire agli ospiti. Ricetteok ha proposto i carciofi in due versioni diverse e originali, gustose ma non pesanti. Le preparazioni sono pensate per la famiglia, ma anche per le serate tra amici e per i pasti a buffet: la Pizza rustica ai carciofi e lo Sformato di carciofi.

Queste pietanze consentono di dare nuovo lustro al carciofo. Spesso ci ritroviamo ad adoperare in modo sempre uguale gli alimenti, a volte bisogna “parlare” con il cibo e percepirne gli orientamenti per ottenere i migliori risultati.

Il carciofo ha un sapore forte, molto caratterizzante. Se vogliamo servire le nostre pietanze su una tavola d’autore con un buon vino come dobbiamo scegliere la bottiglia da accostare alle preparazioni di Ricetteok?

Il nostro enologo, il Dottor Gianluca Tommaselli, ci suggerisce il vino da liberare nei calici dei commensali quando nei piatti vivono pietanze a base di carciofo:

Caratteristica dei carciofi è la presenza di un gusto amaro dovuto alla presenza di polifenoli tipici come la “cinarina”e con una lieve astringenza, per bilanciare tali caratteristiche sono adatti vini con presenza di CO2 e buona acidità.

Ottimo quindi un Prosecco Brut di Valdobbiadene.